Mini Gran Premio di Bari – Formula UNICEF

bty

Si terrà domenica 8 aprile, dalle 8.30 alle 13.30 in piazza del Ferrarese, il “Mini Gran Premio di Bari – Formula UNICEF” organizzato da Old Cars Club con il patrocinio del Comune di Bari e la collaborazione della Fondazione Nikolaos.

L’iniziativa, nata dalla volontà di riproporre il consueto Gran Premio di Bari in chiave rivisitata e destinata all’infanzia, coinvolgerà i piccoli in un evento sportivo dove la competizione strizzerà l’occhio alla solidarietà, grazie alla partnership con UNICEF Italia, e sarà accompagnata, durante tutta la giornata, da eventi ed esposizioni destinate ai cittadini di ogni fascia d’età.

I dettagli della manifestazione sono stati illustrati questa mattina dal presidente di Old Cars Club Antonio Durso. Alla conferenza stampa hanno partecipato il direttore generale di UNICEF Italia Paolo Rozera – intervenuto  in videoconferenza -, il presidente della Fondazione Nikolaos Vito Giordano e l’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli

“Questa originale iniziativa – ha detto l’assessore Pietro Petruzzelli -, si muove nel solco della tradizione che vede la nostra città organizzare da diversi anni il Gran Premio di Bari. L’obiettivo degli organizzatori è quello di dare l’opportunità anche ai più piccoli di provare l’ebbrezza del mondo delle quattro ruote guidando macchinine ‘vintage’ quasi vere ma che si muovono a pedali. Il teatro della sfida di domenica sarà piazza Ferrarese, dove sarà installato il circuito pensato apposta per i bambini, mentre gli appassionati delle auto storiche potranno visitare la mostra dedicata. L’amministrazione appoggia quindi con entusiasmo un evento che renderà protagonisti i bambini dai 4 ai 9 anni”.

“Quest’anno vogliamo cogliere l’occasione del 30° anniversario della nostra associazione per far vivere ai più piccoli l’emozione di guidare un’auto nel centro storico cittadino – ha  detto Antonio Durso -. Siamo fieri di proporre ai bambini un evento che accomuni la passione alla solidarietà”.

“Un evento che richiama l’interesse dell’intera collettività cittadina, nel nome dello sport e della cultura dedicata all’infanzia – ha continuato Vito Giordano -: è questo il senso dell’appuntamento di domenica prossima. Da anni con la Fondazione Nikolaos siamo attivi sul territorio pugliese con eventi che intrecciano la matrice culturale con quella benefica. Per questo motivo siamo oggi particolarmente orgogliosi”.

“Tanti bambini nel mondo vivono in condizioni di forte vulnerabilità, bambini che rischiano la vita anche solo nel tragitto per raggiungere la scuola. I bambini sono bambini sempre, ovunque essi vivano e i loro diritti devono essere garantiti in ogni momento –  ha dichiarato Paolo Rozera -. L’UNICEF promuove lo sport come agente di cambiamento e come strumento potente per la promozione dell’eguaglianza e dell’inclusione. Attraverso lo sport, il gioco e le attività ricreative, i bambini e gli adolescenti imparano a esercitare le loro capacità critiche e di giudizio e a trovare delle soluzioni ai problemi. È nostro impegno garantire a tutti i bambini, ovunque essi siano, il diritto al gioco e allo sport, il diritto a vivere una vita sana e sviluppare le proprie potenzialità”.

Domenica 8 aprile bambini e bambine dai 4 ai 9 anni sfrecceranno in un circuito di gara appositamente creato per macchine a pedali, costruite artigianalmente in Italia, per una gara all’insegna dei valori della sportività, dell’amicizia e della solidarietà.

Le automobiline, costruite in stile anni Cinquanta, proprio come gli anni del Gran Premio di Bari, saranno a disposizione dei bambini che, partecipando al Mini GP, potranno sostenere le attività dell’UNICEF Italia per la tutela dei bambini vulnerabili nel mondo e, allo stesso tempo, vivere l’esperienza di un campionato automobilistico in miniatura.

Il Gran Premio prevede un primo briefing per i “minipiloti” in zona paddock, grazie all’intervento del vincitore della seconda edizione della Rievocazione del Gran Premio di Bari Raffaele Barletta su Monaci 8c bimotore, che spiegherà le regole del vero Gentlemen driver. A seguire, la gara finale, proprio come avviene nella Formula Uno.

Non mancheranno pit-stop, cambi gomme e prove di sorpasso per vivere un’esperienza indimenticabile, dove, grazie al contributo libero dei partecipanti all’iniziativa, l’unico vincitore sarà il cuore grande della Puglia, a sostegno di UNICEF Italia. Al termine della corsa, i piccoli piloti avranno la possibilità di arricchire il “Muro del Sorriso”: un spazio dove ogni bambino potrà aggiungere il proprio “mattone della solidarietà” apponendo una foto o un messaggio di speranza.

L’iniziativa rientra tra le attività organizzate per celebrare il 30° anniversario di Old Cars Club, che per l’occasione ha coinvolto l’Istituto di Istruzione Superiore “Giulio Cesare” di Bari e l’Ipsst “Gorjux–Tridente” sez. turistico, nel progetto di alternanza scuola lavoro.

La manifestazione sarà occasione di ritrovo anche per gli adulti, in particolar modo per gli amanti delle due e delle quattro ruote, che potranno assistere alla sfilata delle più prestigiose auto e moto del Club.

Le auto percorreranno via Venezia per arrivare in corso Vittorio Emanuele, dove sarà allestita una mostra statica di veicoli d’epoca e auto moderne, grazie alla collaborazione con il Porsche Club Puglia.

È possibile iscriversi al Mini Gran Premio di Bari attraverso il portale web www.minigpbari.com  e presso il desk Old Cars Club Italia presente dalle ore 8 di domenica 8 aprile presso piazza del Ferrarese a Bari.

Be the first to comment on "Mini Gran Premio di Bari – Formula UNICEF"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*